.硬功夫Camicia di ferro

.
“Puoi rafforzare il tuo Qi prendendolo dal cielo dalla terra e dall’aria
e traendone vantaggio per te.
Allora sarai in grado di concentrarlo in qualsiasi punto del tuo corpo,
di fortificare la tua resistenza e di non percepire alcun dolore”

Gli esercizi metafisici dello Shaolin Qi-gong, sono in grado di innalzare il picco di concentrazione del Qi in alcune parti o in tutto il corpo, potenziando le barriere protettive dell’organismo, in modo da limitare la percentuale di rischi durante una possibile aggressione.


I Testi affermano: “Nulla al mondo è più morbido e debole dell’acqua, eppure nel corrodere ciò che è più duro al mondo nulla la eguaglia.” Portando l’acqua ad ebollizione, essa si trasforma in vapore, e quando la pressione del vapore aumenta, è possibile utilizzare la forza scaturita per muovere i treni o le turbine di una centrale elettrica. Così in particolari condizioni, l’umile acqua può liberare un potere straordinario. Il Qi è come l’acqua, se la pressione del Qi viene aumentata all’interno del corpo, per effetto di particolari esercizi, questa impercettibile energia vitale, si rende manifesta attraverso i suoi straordinari effetti. Quando il corpo è colmo d’energia, diventa molto forte, proprio come i pneumatici di un camion quando sono pieni d’aria. Un camion è in grado di trasportare enormi carichi per lunghe distanze, quando i suoi pneumatici sono pieni, ma se si sgonfiano, non mantengono nemmeno la loro forma.

La fisiologia cinese concepisce il corpo umano, come l’aggregato di tre categorie di rivestimenti:

  • il rivestimento interno: formato dagli organi, che raccolgono e conservano il Qi;
  • il rivestimento intermedio: composto di fasce, ossa e tendini;
  • il rivestimento esterno: composto dai muscoli.

Il Qi, accumulato negli organi interni, è in seguito distribuito nelle fasce di rivestimento, per nutrire e proteggere l’organismo e gli esercizi Shaolin ying kung-fu (少林硬功夫), ossia il “Qi-gong della camicia di ferro”, mirano ad elevare il livello di pressione prodotta dal Qi nelle fasce, per aumentare così il grado di protezione. La pressione interna prodotta dal Qi, è simile alla pressione dell’aria presente in un pneumatico, che costituisce un’intercapedine in grado di attutire gli urti. Per proteggere tutti gli organi, i muscoli e le ghiandole endocrine, la pressione del Qi penetra prima nelle fasce in profondità, poi in quelle esterne, generando un triplice cuscinetto di rivestimento. La pressione del Qi in eccedenza defluisce nella fascia addominale, creando un’ulteriore protezione agli organi interni. Dalle fasce, l’azione protettiva del Qi, si estende fino a comprendere le ossa, i tendini ed infine, i muscoli. La distribuzione cosciente della pressione del Qi, è possibile quando si respira con l’ausilio del “Canale di Controllo” Du-mai, che permette di condurre l’energia, dall’estremità della testa fino ai talloni. Quando le fasce sono cariche di Qi, i tendini si rinforzano e le ossa stanno insieme come un’unica struttura.

E’ scritto che :

Quando rilassiamo completamente l’addome, il Qi gira come un vortice. Grazie al rilassamento del corpo, il Qi si muove liberamente e quando contiene sufficiente Qi, il corpo è sano”.

Durante l’addestrando marziale è necessario controllare e regolare il Qi, soltanto così sarà possibile reagire automaticamente a tutti gli attacchi sferrati dall’avversario. Il Qi deve muoversi alternativamente in su e in giù, dalla sinistra alla destra e viceversa. Questi spostamenti del Qi sono denominati “alternanza Huan-Qi.


Il trattato Nei-Zin” (“Canone dell’occulto”) riporta il seguente passaggio: Il Qi controlla il sangue, e il sangue genera il Qi. Se il Qi è obbediente, e il sangue si muove liberamente, il sangue sarà sano e il Qi sarà forte, il Qi sarà veloce e il sangue rapido. Per accumulare forza fisica li, si deve trattenere il Qi, mentre durante uno sforzo si deve effondere il Qi. Se in una parte del corpo arriva il Qi, anche la forza fisica li arriverà; ecco perché a Shaolin il Qi è considerato importante quanto la forza fisica.  Durante gli esercizi del Qi-gong, i muscoli del corpo intero devono essere rilassati. Nello stato di rilassamento, in cui il sangue segue agevolmente il Qi, i muscoli sono rapidi come le sabbie mobili. L’inspirazione e l’espirazione devono essere profonde, complete e stabili, così che la durata dell’inspirazione e dell’espirazione non differiscano di un istante

Il segreto dell’uso del Qi nella pratica marziale dei monaci Shaolin è rivelato nel Testo Shaolin-quan-mi, “I segreti del pugilato di Shaolin dove si trova il seguente passo:

“Una lanterna brillerà in una piccola sala durante tutte le quattro stagioni, la meditazione Chan aiuterà questa lanterna che brucia sotto l’influenza dello zhen-Qi, il respiro salutare dell’organismo.”

Questo verso significa che il cibo e l’acqua rinvigoriscono la pelle e i muscoli, ma soltanto il respiro principale denominato tecnicamente qung-Qi rende il corpo forte.

Con il corretto movimento del Qi, un monaco guerriero può diventare veloce e potente come una tigre e sviluppare una forza tale da sollevare una montagna.”

.

阿 彌陀佛


Be Sociable, Share!
 

Bad Behavior has blocked 667 access attempts in the last 7 days.