SHAOLIN-QI-SHI-AR-JUE-JI

.
“Il tuo spirito è più forte della carne,
e può sconfiggere il potere di qualsiasi nemico, non importa quanto grande”

Le pratiche più esoteriche e segrete dello Shaolin, sono le “72 Arti Segrete di Shaolin” (Shaolin-Qi-shi-ar-jue-ji). Anche di queste arti l’ Occidente è totalmente all’oscuro. A causa della loro spaventosa efficacia e pericolosità, i Maestri Shaolin hanno deciso di non divulgarle fuori dal Tempio. Si tratta di metodologie per la preparazione psicofisica necessaria a sviluppare la capacità di combattere anche in condizioni estreme. Se si concentra la propria attenzione soltanto sulle tecniche di kung-fu, trascurando questo addestramento speciale Shaolin, non si potrà mai raggiungere la più alta Maestria, perché i movimenti resteranno privi di vera forza. Nel monastero si dice : “I pugni saranno come fiori, e le gambe come uncinetti, i Maestri anziani ridono nel vedere queste cosiddette “tecniche di kung-fu”.


Le 72 arti segrete di Shaolin, sono le fondamenta della massima perfezione raggiungibile in tutti gli stili di kung-fu.

I migliori esempi, sono:

  • gli efficaci metodi dello Shaolin Qi-gong;
  • gli esercizi per ottenere la durezza Ying-gong e la leggerezza Qing-gong;
  • gli esercizi di massaggio dei punti di agopuntura dien-xue;
  • le arti della presa qin-na;
  • l’arte di provocare la dislocazione delle ossa
  • e molti altri.

La loro metodologia didattica, richiede prima lo studio teorico delle tecniche e in seguito l’applicazione pratica.


Le 72 tecniche stesse si suddividono in esercizi di

  • carattere Yang-gang (duri),
  • carattere Yin-rou (morbidi) e
  • carattere misto.

All’inizio il praticante deve allenare la morbidezza dei tendini e delle ossa, tentando di rendere flessibili tutte le giunture delle articolazioni,

poi deve mobilitare lo zong-li, il soffio principale, rafforzare gli organi interni fu, migliorare la condizione del sangue, consolidare la forza fisica, controllare il Dan-tian soddisfacendone le richieste e concentrarvi l’energia.

In seguito la forza si diffonderà verso le quattro estremità e le cento articolazioni del corpo e come risultato, il monaco-guerriero disporrà di un potere enorme che gli permetterà di sollevare mille jin.

I Testi Canonici Shaolin descrivono così il monaco che ha raggiunto la Maestria nelle 72 arti segrete:

“Il suo braccio, che pesa solamente dieci jin, sarà in grado di spostare, con un solo colpo, un oggetto che pesa diecimila jin.”

E ancora:

“Le sue braccia sono come la testa del drago, le sue gambe sono come la sua coda. Tutto il corpo è permeato da un solo movimento, simile a quello del drago del vento”.

Gli antichi Maestri dicevano:

“Gli esercizi Shaolin, sviluppano le forze dell’intero organismo umano, così il monaco sarà in grado di colpire usando qualsiasi parte del suo corpo”.

.

阿 彌陀佛

Be Sociable, Share!
 

Bad Behavior has blocked 502 access attempts in the last 7 days.