.Compassione (karuna)

Con la visione divina (prajna), il Saggio distingue la natura spirituale in ogni essere vivente, vede il Suignore Bddha  in tutti e tutti nel Signore Buddha perciò manifesta la sua compassione (karuna) a tutti coloro che sono ancora vittime dell’ignoranza, offrendo loro la visione spirituale, attraverso la quale anche il mondo materiale non è più considerato illusorio ma è parte dell’unica realtà quando viene impegnato al servizio del Signore Buddha. In questo modo il Bodhisattva evoca nel prossimo la corretta visione del fatto che ogni cosa è in relazione con Buddha, di come ,se posto al al Suo servizio, il mondo materiale assume un carattere positivo e meraviglioso “qui e ora” (kesava tuwa jagata vicitra). Questo è uno dei principi filosofici del Mahayana, che il Chán ha espresso con vigore. Perciò è un’assurdità credere che spiritualità significhi la negazione del mondo materiale, in quanto in un senso spirituale più profondo tutto è spirituale .

Grazie a questa visione compassionevole (karuna) il Buddhismo Mahayana divenne l’ispirazione principale dell’arte cinese nelle dinastie Sung e Yuan, un’arte che pose l’accento sulle forme naturali. Solo superficialmente le cose sono rese diverse dalle loro caratteristiche materiali specifiche, perché di fatto la natura spirituale che le accomuna è unica in realtà.

.

阿 彌陀佛

Be Sociable, Share!
 

Bad Behavior has blocked 519 access attempts in the last 7 days.