.”Terra pura”(sukhavati)

Il Buddhismo della devozione o Chán praticato a Shaolin o scuola della Sukhavati, “della Terra Pura”, ritiene che tutti gli sforzi per diventare Buddha siano manifestazioni del falso orgoglio. Occorre solo ripetere la formula namo-amitabha (letteralmente, “ Il Nome di Amithaba”, 阿彌陀佛 Ē-mí-tuó-Fó, o “Salve, Amithaba”) perché il santo nome del Signore possiede tutte le potenze del Signore stesso. Il fatto è che il Nome del Signore è assoluto perciò non esiste differenza tra Lui stesso e il Suo Santo Nome. Recitare o cantare il Santo nome evoca la presenza del Signore nella propria vita spiritualizzandola. Il Signore è onnipotente e altrettanto lo è il Suo Santo Nome, perciò la recitazione costante del Santo Nome è sufficiente a mettere fine al samsara, il ciclo di nascite e morti ripetute e a tornare nella Terra Pura, dove regna Amithaba. La rinascita nella Terra Pura virtualmente equivale a divenire Buddha cioè a riassumere la nostra posizione costituzionale. La ripetizione del Nome si ritiene efficace perché, Amitabha promise la rinascita nella Terra Pura a tutti gli esseri che avessero invocato il suo nome. Anche Nagarjuna ebbe in simpatia questa dottrina, poiché essa sa spiegare in un modo più popolare e più grafico che la propria vera natura è già la natura di Buddha.  Il Buddhismo della Terra Pura è lo sviluppo della dottrina del Bodhisattva, secondo cui il compito dell’uomo liberato è liberare tutti gli altri esseri per mezzo di upaya ,ossia gli abili espedienti.

阿 彌陀佛

Be Sociable, Share!
 

Bad Behavior has blocked 506 access attempts in the last 7 days.