MTC – Agopuntura

Centro Medicina Naturale -Tradizionale Cinese-Shaolin- Massaggi

.
Stiamo assistendo ad una affermazione sempre maggiore delle cosiddette medicine non convenzionali, di forme di terapia, cioè, diverse da quelle conosciute e utilizzate normalmente dal medico dopo il suo corso di studi in Università. E’ una moda o un fenomeno destinato a durare?
Può essere utile per il paziente o è solo uno specchietto per le allodole?
Per esprimere un parere su un fenomeno così complesso ed eterogeneo bisogna come prima cosa conoscerlo.
Occorre, però, ricordare come, ormai, da più parti si veda in molte di queste “medicine” delle tecniche complementari utili e prive di effetti collaterali da affiancare alle terapie consuete nella cura di numerosi disturbi.
All’interno di queste cure, l’agopuntura è senz’altro una delle più note e riconosciute sia per la diffusione, che ha avuto, che per il livello di documentazione scientifica che ha saputo produrre.
.
L’agopuntura è una tecnica terapeutica, basata sulla puntura con aghi finissimi di particolari punti della cute (agopunti), indicata per la cura di moltissime malattie. Ha un’origine antichissima (2000 – 3000 anni a.C.) ed è nata e si è sviluppata, sino all’inizio del secolo, principalmente in Cina. Gli antichi Cinesi avevano osservato come questo tipo di cura avesse la proprietà di fare scomparire molti dolori e di agire su organi e funzioni anche distanti dal punto di agopuntura trattato.
Gli agopunti sono disposti sulla pelle lungo linee chiamate meridiani. I meridiani avvolgono l’intero corpo umano come una rete e costituiscono un sistema di collegamento e di informazione tra le varie parti, interne ed esterne, dell’organismo. Secondo la teoria classica, nei meridiani scorre un fluido chiamato Qi che è responsabile della difesa, della nutrizione e del funzionamento di tutto l’organismo. Quando l’energia vitale (Qi) percorre armoniosamente i meridiani si hanno salute e benessere; quando, invece, agenti esterni (caldo, freddo, virus, batteri) o interni (alterazioni psichiche, stress) alterano il percorso di questa energia, si creano squilibri che inizialmente debilitano l’organismo e alla fine, se non corretti, evolvono verso malattie più gravi. Il medico agopuntore diagnostica questi squilibri e, attraverso un’adeguata terapia con agopuntura, ristabilisce l’equilibrio dell’organismo, curando o prevenendo diverse malattie.
Questa spiegazione teorica è oggi avvalorata da una ricca serie di studi in cui si è dimostrata la capacità dell’agopuntura di agire come regolatore del sistema nervoso, ormonale, immunitario e psichico.
In moltissime malattie si è ormai documentata la notevole efficacia dell’agopuntura unita ad una pressoché totale assenza di effetti collaterali. Per questo motivo oggi si assiste ad una integrazione sempre maggiore dell’agopuntura all’interno di strutture mediche tradizionali, in una collaborazione da cui il paziente non può che trarre benefici. L’agopuntura, come la maggior parte delle medicine non convenzionali, ha un approccio globale che tiene conto non solo del sintomo o della malattia, ma dell’interezza della persona considerata nei suoi momenti di benessere e di malattia, nella sua costituzione, nelle sue abitudini quotidiane, nel suo ambiente familiare e di lavoro, nell’ambiente geofisico, nella peculiarità dei suoi affetti e dei suoi desideri.
Sebbene il trattamento con agopuntura sia specifico per ogni paziente, si possono a titolo orientativo delineare i campi di intervento in cui è documentata l’efficacia di questa terapia.
Tra questi ritroviamo il dolore muscolo-scheletrico in tutte le sue forme, le cefalee, le nevralgie; alcuni disturbi dell’apparato digerente, quali: gastriti, coliti, ecc.; affezioni dell’apparato respiratorio: riniti croniche, allergiche, vasomotorie, asma allergico; disturbi dell’apparato urogenitale, quali: disordini mestruali, alcune turbe della menopausa; disturbi del sistema nervoso e psichico, quali: vertigini, insonnia, alcune forme minori di ansia e depressione.
La terapia in mani esperte è sicura e non presenta effetti collaterali. I problemi derivanti dal rischio di contagio, come si legge talora, sono ormai superati attraverso le opportune misure di sterilizzazione o attraverso il materiale monouso.
L’unico vero rischio deriva da una diagnosi mal posta per cui l’agopuntura venga utilizzata al posto di terapie più efficaci. Per questo è bene che l’agopuntura venga esercitata solo dal medico che conosce sia le terapie normali che le indicazioni dell’agopuntura.

.

南无阿弥陀佛
Be Sociable, Share!
 

Bad Behavior has blocked 589 access attempts in the last 7 days.